L’alto indice di affidabilità della nostra azienda è dato da:

• Esperienza dal 1989;
• Filosofia e serietà trasmessa dagli Ufficiali dell’arma dei Carabinieri in congedo;
• Investimenti continui per la ricerca e lo sviluppo;
• Selezione del personale utilizzando test specifici;
• Team con competenze Interdisciplinari

IL LIBRO "QUASI QUASI CHIAMO UN DETECTIVE"

LA PUBBLICAZIONE DI RITA URZIA CON UNDICI STORIE DI INVESTIGAZIONI

ritaUn investigatore privato deve essere un ottimo psicologo, se non altro perchè nel suo studio gravita un caleidoscopio di umanità che nulla ha da invidiare ai pazienti di uno psichiatra, e bisogna saperla gestire, non facendosi trovare impreparati di fronte alle richieste più bizzarre, molto spesso derivanti da sentimenti deviati che alterano la sfera della normale percezione. Gelosie paranoiche, tradimenti più o meno sospetti, depravazioni sessuali, truffe clamorose e molto altro. Con un registro divertente e finemente ironico, l’autrice ci fa salire sulla sua inossidabile Fiat Uno, e ci porta in prima linea per le strade di Roma, nel corso di pedinamenti e indagini più o meno pericolose.

Il libro “Quasi quasi chiamo un detective” (Edizioni Artemia), racconta di undici storie di particolare interesse hanno colpito l'autrice che attraverso la sua esperienza di investigatrice privata, ha vissuto attraverso i suoi clienti.

Contitolare dell'agenzia investigativa Argo 2001 New a Roma e socia Federpol, Rita Urzia attraverso i suoi racconti evidenzia le complesse dinamiche delle persone comuni che talvolta spingono ad atteggiamenti a dir poco anomali.
L'autrice, come sottolinea lo psichiatra dott. Nicola Boccianti, non si ferma alla superficie ma sceglie di vivere le esperienze professionali in maniera profonda e razionale. "Quasi quasi chiamo un detective" è unico nel suo genere, appassionante e intrigante proprio come Rita
Urzia definisce il suo lavoro.

tesi-master

TOP